In realtà l’idea nasce da una cosa che ho sempre fatto, fin da quando presi il mio primo buono pasto nella prima azienda in cui lavoravo. Ho sempre utilizzato più volentieri i buoni pasto per donare a chi aveva bisogno. Preferisco offrire cibo e sostegno che moneta, la cui spesa, non sai mai dove potrebbe andare a finire. Sono sicuro che moltissime persone già fanno queste stesse cose. L’idea è quella di metterle assieme per promuovere e programmare una "spesa comune" da donare, fatta anche da persone che non si conoscono, ma che siano unite dallo spirito del fare piccole cose concrete, che possono fare un grande bene.

Roberto Dinelli